Restauro cabine elettriche MT

Lavoriamo perchè ci piace il nostro lavoro, lo facciamo per passione, raccogliendo soddisfazione da tutti i nostri Clienti, che affidano a noi lavori di responsabilità portati a termine con ottimi risultati da svariati anni.

 

Progettazione e costruzione cabine elettriche MT

ELWATT srl propone un servizio affidabile e qualificato di MANUTENZIONE CABINE DI TRASFORMAZIONE MT/BT, garantito dalla professionalità dei suoi tecnici, per rendere più sicuri ed affidabili gli ambienti di lavoro.

La manutenzione è il nostro programma personalizzato,periodico per garantire agli impianti di alta e bassa tensione la loro piena efficienza, sicurezza e affidabilità.

La Manutenzione centrata sull′affidabilità è un servizio per garantire controlli funzionali e per evitare che eventuali guasti ai componenti elettrici provochino danni economici rilevanti.

Tutti i nostri operatori hanno seguito corsi con rilascio di attestazioni all’esercizio delle cabine MT ai sensi della norma CEI 16.

Per ogni impianto sarò redatto il “libretto di manutenzione” che conterrà le schede con gli interventi di controllo effettuati e le informazioni necessarie per una valutazione complessiva delle condizioni della Cabina di Trasformazione.

Attualmente sono presenti nel nostro Paese diversi enti distributori dell’energia elettrica i quali, generalmente, forniscono l’allaccio in bassa tensione quando l’utente richiede una potenza fino a 70kW; oltre i 70 kW e fino a 200kW l’allaccio può essere realizzato alla rete di distribuzione della bassa tensione o dell’alta tensione, a tal fine, spesso sono determinanti la disponibilità e la distanza dalla rete di distribuzione; oltre i 200 kW l’allaccio avviene in media tensione ed in tal caso è necessario l’ausilio di una o più cabine di trasformazione.

Di norma le forniture di energia elettrica si effettuano secondo le seguenti fasce: – 0-75 kW allacciamento a BT – 75-200 kW allacciamento in BT o in MT – >200 kW allacciamento in MT

Quando la fornitura avviene in MT accorre prevedere un locale destinato alla consegna dell’energia e una o più cabine di trasformazione. Il locale di consegna deve – avere le dimensioni e le caratteristiche richieste dalla Società distributrice: – essere situato sul perimetro della proprietà dell’utente con accesso diretto da suolo pubblico (in ogni caso l’esatta ubicazione deve essere concordata con la Società distributrice); – deve essere adiacente ad altro locale, nel quale sia possibile installare gli strumenti di misura dell’energia e gli organi di sezionamento e protezione del cavo di alimentazione delle cabine di trasformazione. L’ubicazione delle cabine di trasformazione è scelta in base ad esigenze diverse: disponibilità dei locali, potenze in gioco, ecc.; la posizione più razionale dal punto di vista elettrico è quella prossima al baricentro dei carichi da alimentare. Per piccoli impianti, in genere la cabina di trasformazione è adiacente al locale di consegna, per ovvi motivi economici.

Cabine di trasformazione

Realizziamo cabine di trasformazione MT/BT 15-20kV / 400V fornite di sezionamento, trasformazione, protezione.

Offriamo soluzioni tecniche e consulenza per la messa in opera di cabine elettriche:

  • progettazione dei locali
  • costruzione ed installazione dei quadri di potenza e comando
  • rifasamento elettrico
  • linee in BT/MT

Realizziamo manutenzione ordinaria e straordinaria, come per esempio la pulizia dei locali delle cabine di trasformazione, la sostituzione o verifica degli elementi che compongono la cabina stessa, la sostituzione degli oli utilizzati nei trasformatori.

Le recenti normative prescrivono ai possessori di cabina di trasformazione ed ai nuovi utenti MT nuovi criteri e modalità di connessione alla rete di MT del gestore.

Le principali sono:

  • DK 5600 – ENEL divisione infrastrutture e reti
    Criteri di allacciamento di clienti alla rete MT della distribuzione
  • CEI 0-16
    Regola tecnica di riferimento per la connessione di utenti attivi e passivi alle reti AT ed MT delle Imprese distributrici di energia elettrica

Le principali norme di riferimento per la realizzazione di una cabina di trasformazione sono le Norme CEI 11-18

Le Delibere dell’AEEGSI (Autorità per l’Energia Elettrica, il Gas ed il Sistema Idrico), come raccomandazione e incentivazione per gli Utenti che godono dei requisiti semplificati, e il D.Lgs 81/08, come obbligo giuridico del datore di lavoro, indirizzano sempre più i clienti all’esecuzione della manutenzione delle proprie cabine MT/BT ai sensi della norma CEI 78-17*.

La manutenzione comprende tutti quegli interventi necessari per mantenere le cabine in stato di sicurezza elettrica ed efficienza tali da prevenire guasti presso l’impianto di utenza che potrebbero evolversi in criticità per la sicurezza degli operatori e influire negativamente sulla qualità tecnica del servizio elettrico.

In particolare gli utenti MT per i quali è richiesta un’applicazione parziale della CEI 0-16 in termini di adeguamento alla Regola Tecnica, in presenza di un unico trasformatore MT/BT con potenza non superiore a 400kVA e nel pieno rispetto di tutte le condizioni minime imposte dal “Testo integrato della qualità dei servizi di distribuzione e misura dell’energia elettrica”, possono dichiarare a mezzo Dichiarazione di Adeguatezza di godere dei requisiti semplificati a condizione però di effettuare regolare manutenzione ai sensi della norma CEI 78-17 e di registrare gli interventi sulle schede della stessa norma. In questo modo questi Utenti, attraverso una continua tenuta sotto controllo dell’efficienza dei propri impianti e la riduzione dei guasti, partecipano attivamente al miglioramento della qualità dell’energia, possono godere degli indennizzi automatici nel caso in cui subiscano dal Distributore (penalizzato) interruzioni superiori al limite consentito dall’AEEGSI e non sono più tenuti a versare in bolletta il CTS (Corrispettivo Tariffario Specifico).

La Norma si applica a tutti gli impianti elettrici riguardanti le cabine elettriche MT/MT e MT/BT, siano essi dedicati alla produzione di energia elettrica sia di tipo esclusivamente passivo.

Essa, inoltre, riguarda anche gli impianti di produzione di energia elettrica in Bassa Tensione facenti parte di utenze connesse alla rete di Media Tensione.