Controllo materiale elettrico sia in entrata che uscita

Obiettivi

Il controllo in accettazione è una procedura che consiste nel pianificare, eseguire e registrare i controlli svolti sui materiali, nonché indicazioni precise sui metodi e sulle prove idonee per valutare e controllare la qualità del materiale in ingresso.La procedura di controllo in accettazione adottata dalla Elwatt riveste un ruolo centrale e di primo piano nel processo produttivo della stessa.

La prima fase d’intervento del controllo di qualità è costituita dai controlli da effettuare su tutti i materiali (grezzi, semilavorati, finiti) che ELWATT acquista per trasformarli o raggrupparli e montarli o come materiali di consumo

Il materiale in ingresso nello stabilimento viene scaricato in apposita area delimitata e sottoposto ai preventivi controlli di accettazione.

Il personale di magazzino effettua il controllo quantitativo del materiale in ingresso a fronte della bolla di accompagnamento merci, firma il documento e ne trasmette copia al Controllo Qualità che provvede a sua volta al controllo qualitativo ed alla registrazione interna.
Tale controllo viene eseguito in accordo alle prescrizioni interne.

 

IL CONTROLLO DEL MARCHIO CE SUL MATERIALE ELETTRICO

 

Il marchio CE, che troviamo sul materiale elettrico in genere, garantisce la ‘Conformità Europea’ ovvero il rispetto di certi standard qualitativi e funzionali che devono essere alla base della realizzazione e del funzionamento di qualunque apparato.

Marchio Comunità Europea e China Export

Quando il produttore mette questo marchio sul suo prodotto questo vuol dire che ha rispettato i requisiti di sicurezza, igiene e tutela del consumatore. La presenza di questa marcataura è obbligatoria dal 30 giugno del 2001 e si può fare tramite autocertificazione oppure con una certificazione di altri enti.

Per quanto riguarda il materiale elettrico e la marcatura CE, questo rapporto è regolato dalla direttiva 2006/95/CE. Qui, e più precisamente nell’articolo 10 commi 1 e 2 è scritto chiaramente come e dove bisogna apportare il marchio. Il posizionamento ideale è ovviamente sul prodotto stesso ma, se questo non è possibile, si può anche apporre sull’imballaggio, sulle avvertenze d’uso oppure sul certificato di garanzia. La cosa importante è che sia molto visibile e che non sia anche parzialmente coperto da parte del prodotto o della grafica dei documenti.

Per noi l’obiettivo primario della Gestione materiali è quello di garantire una corretta alimentazione dei reparti produttivi, minimizzando gli oneri da sopportare.

È strettamente collegata alla programmazione della produzione, e rientra nella funzione di approvvigionamento dei fattori produttivi.